• 080 896.42.33

Un laboratorio efficiente, rapido, attrezzato con le tecniche e gli strumenti più all’avanguardia, presso il quale i pazienti potranno sottoporsi a esami di routine e analisi specifiche prescritte da medici specialisti.
Grazie ai servizi offerti dal laboratorio analisi, è possibile usufruire di pacchetti specifici composti da gruppi di esami selezionati in funzione della fascia d’età del paziente.

Tutte le informazioni sulle modalità di svolgimento degli esami disponibili presso il laboratorio Lucea, dopo la tabella check-up.

  • Checkup Base

  • 25,00

  • ALT / GPT
  • AST / GOT
  • Azotemia
  • Bilirubina
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Creatinina
  • Elettroforesi sierica
  • Proteine totali
  • Gamma GT
  • Glicemia
  • Trigliceridi
  • Emocromo
  • Esame delle urine
  • Check donna under 40

  • 50,00

  • ALT / GPT
  • AST / GOT
  • Azotemia
  • Bilirubina
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Creatinina
  • Elettroforesi sierica
  • Proteine totali
  • Gamma GT
  • Glicemia
  • Trigliceridi
  • Emocromo
  • Esame delle urine
  • Acido urico ematico
  • Calcio ematico
  • Fosforo ematico
  • Proteina C reattiva
  • Potassio ematico
  • Sideremia
  • Sodio ematico
  • Acido folico
  • Tsh
  • Vitamina D
  • Check donna over 40

  • 100,00

  • ALT / GPT
  • AST / GOT
  • Azotemia
  • Bilirubina
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Creatinina
  • Elettroforesi sierica
  • Proteine totali
  • Gamma GT
  • Glicemia
  • Trigliceridi
  • Emocromo
  • Esame delle urine
  • Acido urico ematico
  • Calcio ematico
  • Proteina C reattiva
  • Potassio ematico
  • Sideremia
  • Sodio ematico
  • Acido folico
  • Tsh
  • Vitamina D
  • Amilasi ematica
  • CK
  • Fosfatasi alcalina ematica
  • PTT
  • FSH
  • Insulina
  • LH
  • Omocisteina
  • Prolattina
  • Check uomo under 40

  • 40,00

  • ALT / GPT
  • AST / GOT
  • Azotemia
  • Bilirubina
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Creatinina
  • Elettroforesi sierica
  • Proteine totali
  • Gamma GT
  • Glicemia
  • Trigliceridi
  • Emocromo
  • Esame delle urine
  • Acido urico ematico
  • Proteina C reattiva
  • Potassio ematico
  • PSA
  • TSH
  • Check uomo over 40

  • 80,00

  • ALT / GPT
  • AST / GOT
  • Azotemia
  • Bilirubina
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Creatinina
  • Elettroforesi sierica
  • Proteine totali
  • Gamma GT
  • Glicemia
  • Trigliceridi
  • Emocromo
  • Esame delle urine
  • Acido urico ematico
  • Calcio ematico
  • Proteina C reattiva
  • Potassio ematico
  • Sideremia
  • Sodio ematico
  • TSH
  • Amilasi ematica
  • CK
  • Fosfatasi alcalina ematica
  • Feci sangue occulto
  • PSA
  • PSA-FREE
  • Omocisteina
  • PRELIEVO VENOSO

    RACCOMANDAZIONI AL PAZIENTE PER UNA CORRETTA PREPARAZIONE AL PRELIEVO

    • Astenersi 6-8 ore prima del prelievo dall’assunzione di cibi, bevande, alcoolici, caffè; in particolare se sono previsti esami per la valutazione del quadro lipidico o dei carboidrati;
    • Astensione dal fumo nelle ore precedenti al prelievo;
    • L’assunzione di acqua naturale è consentita (max 2 bicchieri);
    • Evitare i farmaci ad assunzione occasionale; nel caso di assunzione nelle 12 ore precedenti al prelievo, se non concordato prima col proprio medico, segnalare il farmaco assunto al personale di segreteria o accettazione;
    • Le persone emotive sono pregate di informare il prelevatore affinché provveda ad eseguire il prelievo venoso in posizione distesa;
    • Per i bambini: si consiglia preferibilmente di far assumere loro solo acqua prima del prelievo.
  • DIAGNOSTICA DEL DIABETE: CURVA GLICEMICA / INSULINEMICA

    Il test di tolleranza a carico orale di glucosio dev’essere eseguito rispettando alcuni criteri: 

    • l’indicazione della ricetta è il criterio più importante, altrimenti è consigliata una somministrazione di 75/100 grammi di glucosio in 250-300 ml di acqua, entro un arco di tempo che va dai 30 secondi ai 5 minuti (nel bambino, o nel paziente di peso inferiore ai 43 kg, la dose di glucosio sarà pari a 1,75 gr per kg di peso);
    • prelievi ematici prima e due ore dopo l’assunzione, 90′ e 120′;
    • al momento dell’esame, che viene eseguito solo al mattino, il paziente dev’essere a digiuno da 8 ore;
    • non si procede se il valore di glicemia a digiuno è > 126 mg/dl.

    Il paziente durante la curva deve rimanere seduto.

    Il test non può essere eseguito nei seguenti casi:

    1. In caso di documentata pregressa diagnosi di diabete mellito;
    2. In caso di patologie acute o in presenza di fattori che possono influenzare il test, come infezioni recenti, o durante la convalescenza per interventi chirurgici;
    3. Nei soggetti gastroresecati per il rischio di evocare i sintomi della sindrome da alterato svuotamento gastrico.
  • DOSAGGIO DI RENINA E/O DI ALDOSTERONE

    Digiuno dalla sera precedente. Presentarsi in laboratorio alle 7:30 del mattino. Il test prevede un periodo di 2 ore di stabilizzazione in posizione distesa prima di eseguire il prelievo venoso. Tempo di permanenza: 2 ore.

  • DOSAGGIO DI PROLATTINA

    Il test prevede un periodo di 20 minuti di stabilizzazione in posizione distesa prima di eseguire il prelievo venoso. Tempo di permanenza: 20 minuti.

  • UREA BREATH TEST PER H.P. (H²)

    L’Urea Breath-Test rappresenta una metodica non invasiva e di semplice esecuzione, che permette di definire la presenza di Helicobacter Pylori, sia nei bambini che negli adulti.

    Al paziente vengono somministrate per via orale una dose di acido citrico e una dose di urea 13c disciolto in acqua (posto che per essi non siano mai stati riscontrati effetti indesiderati da parte del paziente).

    L’esecuzione del test richiede circa 40 minuti, si deve rimanere in laboratorio senza mangiare, bere, e fumare.

    Il giorno dell’esame si deve essere a digiuno da almeno 8 ore, preferibilmente dalla sera precedente, ed evitare assolutamente di fumare e di sottoporsi a sforzi fisici eccessivi.

    Il test deve essere eseguito dopo almeno 4 settimane dalla sospensione di terapia con antibiotici, inibitori della secrezione acida (e antiulcera, es. Pantoprazolo, Lanzoprazolo), procinetici che possano interferire con il test.

    Il test si esegue sull’espirato soffiando per mezzo di una cannuccia in provette.

    È obbligatoria la prenotazione.

  • SPERMIOCOLTURA - SPERMIOGRAMMA

    La raccolta del campione deve essere preceduta da un periodo di astinenza sessuale non inferiore a 3 giorni e non superiore a 5 giorni.

    Per un buon esito dell’esame è necessario che vengano rispettate, inoltre, le seguenti indicazioni:

    • Aver cessato qualsiasi trattamento chemio-antibiotico da almeno una settimana.
    • Effettuare un’accurata pulizia dei genitali esterni e delle mani, onde evitare la contaminazione da parte della normale flora batterica cutanea.
    • Raccogliere il liquido seminale mediante masturbazione direttamente nell’apposito contenitore sterile.
    • Raccogliere tutto il liquido seminale.

    Inoltre, esclusivamente per l’esecuzione dello spermiogramma, occorre:

    • Consegnare il campione in laboratorio entro un tempo massimo di 30 minuti dalla raccolta, esclusivamente di mattina.
    • Mantenere il campione ad una temperatura compresa tra  20°C e 37°C fino all’arrivo in laboratorio.

    Infine, durante il trasporto, il contenitore – ben chiuso – deve essere tenuto in posizione verticale, sia per evitare la fuoriuscita del campione, sia per provocare il minor traumatismo cellulare.

  • MODALITÀ DI RACCOLTA DI CAMPIONI DI URINA PER ESAMI MICROBIOLOGICI

    Raccogliere il campione prima dell’inizio della terapia antibiotica.

    Adulti: raccogliere le prime urine del mattino o almeno 4 ore dall’ultima minzione in un contenitore sterile, prima della raccolta lavare e sciacquare accuratamente i genitali esterni. Si utilizza il “mitto intermedio” (buttare il primo getto di urine, raccogliere le urine successive nel contenitore ed eliminare le ultime urine).

    Bambini: lavare e sciacquare accuratamente i genitali esterni con acqua e sapone, applicare il sacchetto facendolo aderire al perineo e alla regione soprapubica, non lasciarlo per più di 30 minuti; se dopo tale periodo non si è verificata la minzione o sono state emesse feci, rimuoverlo, ripetere la procedura di pulizia e applicare un nuovo sacchetto. Non travasare le urine dal sacchetto in un altro contenitore. Dopo la raccolta porre il sacchetto ben chiuso in posizione verticale in un contenitore a bocca larga con tappo a vite.

    Catetere a permanenza: non prelevare mai dalla sacca di raccolta, disinfettare il tratto del catetere predisposto al prelievo e aspirare con una siringa sterile alcuni ml di urina introducendoli in un contenitore sterile.

    Modalità di conservazione e trasporto: il campione deve essere consegnato in laboratorio il prima possibile (entro 2 ore) altrimenti conservare a 4°-8° C per 12-24 ore.

  • MODALITÀ DI RACCOLTA DI CAMPIONI DI URINA PER ESAMI CITOLOGICI

    Dopo accurata pulizia delle mani e dei genitali, raccogliere l’urina della parte intermedia della seconda minzione del mattino in 3 contenitori sterili.

    Consegnare la mattina stessa in laboratorio.

    Nel caso di prescrizione di raccolte multiple (di solito tre campioni) la consegna di ogni campione deve avvenire la mattina stessa della raccolta.

    Il contenitore sterile con alcolo etilico 50% è distribuito dalle farmacie, parafarmacie ed articoli sanitari.

  • MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE URINE DELLE 24 ORE (SENZA CONSERVANTI)

    Dopo aver scartato la prima minzione del mattino, raccogliere tutte le successive fino a quella della prima minzione del giorno successivo in apposito contenitore (acquistabile in farmacia, parafarmacia e negozi di articoli sanitari). Tutto il volume va consegnato dopo l’ultima raccolta in laboratorio; oppure, dopo aver mescolato bene, misurare e travasare 10 ml di urine in un’apposita provetta.

  • MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE URINE DELLE 24 ORE (CON CONSERVANTI)

    Prima della raccolta, portare un idoneo contenitore al laboratorio affinché possa esservi immesso acido cloridrico. Dopo aver preparato il contenitore con il succitato acido, si può cominciare la raccolta come segue: scartare la prima minzione del mattino e raccogliere tutte le successive fino a quella della prima minzione del mattino seguente.

  • MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE FECI

    1) Le feci vanno raccolte su una superficie asciutta e pulita (es. vaso di raccolta, carta igienica).

    N.B. Le feci non devono essere contaminate né con le urine né con l’acqua del water.

    2) Le feci vanno prelevate in punti diversi dell’intera evacuazione. Trasferire in un adeguato contenitore di plastica acquistato in farmacia una quantità di feci pari al volume di una grossa noce.

    N.B. Se le feci sono non formate/diarroiche raccogliere almeno 5-10 ml di materiale fecale.

    3) Chiudere molto bene il contenitore ed etichettarlo con cognome e nome, data, e ora dell’emissione delle feci.

    4) Consegnare il campione al laboratorio entro 2-4 ore dalla raccolta oppure conservarlo in frigorifero per non più di 24 ore.

    Attenzione: se le feci sono liquide il campione deve pervenire in laboratorio entro 30-60 minuti dalla loro emissione.

    Precauzioni importanti:

    • alcuni giorni prima e durante il periodo della raccolta delle feci non fare uso di lassativi, antidiarroici, antimicrobici, o altre sostanze interferenti come bario, bismuto, oli minerali;
    • alcuni giorni prima e durante il periodo della raccolta delle feci si consiglia di seguire un regime dietetico che non includa: legumi e frutta secca, frutti e verdura quali pesche, albicocche, pomodori, pere, fragole, fichi, carote e banane.
    • per l’esame microbiologico delle feci, i campioni vanno raccolti prima dell’assunzione di antimicrobici. Il materiale va raccolto in un recipiente pulito e trasferito in un contenitore con tappo a vite.
    • il campione va raccolto appena possibile nella fase acuta d’infezione.
    • le feci devono pervenire in laboratorio entro 1-2 ore dall’emissione, altrimenti conservate a 4-6°c per un massimo di 24 ore.
  • PRELIEVO TAMPONI CERVICO-VAGINALI

    È un esame rapido e indolore che ha lo scopo di rintracciare la presenza di infezioni vaginali.

    Importante per le pazienti attenersi ad alcune regole base per rendere attendibile l’esito dell’esame.

    1. Non avere rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l’esame;
    2. Non essere in periodo mestruale e aspettare di eseguire l’esame 3-4 giorni dopo la fine delle mestruazioni;
    3. Non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame;
    4. Aver cessato qualsiasi intervento chemio-terapico locale o generale da almeno 1 settimana.

    Modalità di prelievo:

    • il prelievo deve essere effettuato dal fornice posteriore vaginale mediante tamponi sterili previa introduzione di uno speculum bivale sterile;
    • rimuovere la presenza di muco cervicale mediante un tampone a secco.

    In gravidanza: si esegue, per la prevenzione neonatale da streptococco agalactiae (SGB) il tampone vaginale verso la 35-36 esima settimana di gravidanza. Contemporaneamente la stessa ricerca deve essere effettuata a livello rettale.

    Età pediatrica: l’esame può essere eseguito su secrezioni vaginali; in caso di sintomatologia a carico dei genitali esterni è indicato il tampone vulvare.

    Il prelievo deve essere eseguito dal personale qualificato ed esperto.

    In età pediatrica l’indagine è indirizzata alla ricerca di candida spp, streptococco pyogenes, haemophilus spp.

     

    Ricerca Mycoplasma

    Valgono le stesse norme preliminari del prelievo vaginale. Il prelievo deve essere eseguito a livello endocervicale nel modo seguente:

    • Rimuovendo l’eccesso di muco cervicale con un tampone a secco;
    • Inserire un secondo tampone o “cyto-brash” nell’endocervice per 1cm ruotando più volte.

    Le donne in gravidanza effettuano il prelievo escludendo l’ultimo trimestre.

    I TAMPONI VANNO CONSERVATI A TEMPERATURA AMBIENTE FINO AD UN MASSIMO DI 24 ORE.

  • SCHOTH TEST

    Materiale occorrente:

    • vetrino portaoggetti (da richiedere in laboratorio)
    • cerotto adesivo trasparente (scotch,non opachi)

    Esecuzione:

    • Al mattino al risveglio e prima di lavarsi, tagliare dello scotch di una lunghezza inferiore al vetrino ed applicarlo per pochi secondi sulla zona perianale (non applicare precedentemente all’esame creme o borotalco) Attaccarlo quindi sul vetrino portaoggetti cercando di stenderlo quanto meglio sia possibile evitando la formazione di bolle d’aria.
    • Lavare accuratamente le mani dopo tale operazione data l’elevata possibilità di infettarsi
    • In caso di referto negativo l’esame va ripetuto per altre due volte in giorni diversi.
  • PRELIEVO TAMPONE URETRALE

    È un esame finalizzato alla ricerca di infezioni delle basse vie urinarie.

    PREPARAZIONE DEL PAZIENTE:

    • aver cessato qualsiasi terapia antibiotica da almeno 1 settimana;
    • astenersi dai rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l’esame;
    • non essere in periodo mestruale (aspettare almeno 3 giorni dalla fine delle mestruazioni)
    • non aver urinato nelle ultime 3 ore

     

    PRELIEVO:

    • Raccogliere l’eventuale secrezione spontanea presente;
    • In mancanza di secrezione spontanea pulire accuratamente l’orifizio esterno dell’uretra con soluzione fisiologica sterile.
    • Introdurre il sottile bastoncino cotonato del tampone per circa 1 cm nel canale uretrale ruotando 10 secondi;
    • Evitare accuratamente ogni contaminazione
  • PRELIEVO TAMPONE FARINGEO

    È un esame diagnostico finalizzato alla ricerca di microrganismi responsabili di faringite. Il principio è piuttosto semplice: un sottile bastoncino cotonato, simile ad un cotton-fioc, viene inserito nella gola del paziente e strofinato delicatamente.

    Il tampone faringeo non è assolutamente doloroso o fastidioso, anche se durante l’esecuzione può dar luogo a conati (sforzi) di vomito, infatti è preferibile eseguirlo a stomaco vuoto.

    Durante l’esame il paziente dovrà comunque sforzarsi di tenere la bocca ben aperta e la lingua abbassata.

  • PRELIEVO TAMPONE AURICOLARE

    Vengono di routine ricercati germi comuni e miceti; richieste specifiche devono essere dettagliate.

    È consigliato che il paziente abbia sospeso eventuali terapie antibiotiche da almeno 6 giorni, in caso contrario segnalarlo al personale di laboratorio.

  • PRELIEVO TAMPONE NASALE

    Vengono di routine ricercati germi comuni e miceti; richieste specifiche devono essere dettagliate.

    Il paziente non deve avere inalato spray o gocce di alcun tipo nelle ore precedenti il prelievo, è consigliato che il paziente abbai sospeso eventuali terapie antibiotiche da almeno 6 giorni .

    Il prelievo viene eseguito con tampone sterile.

  • PRELIEVO TAMPONE PIAGHE ULCERE

    Vengono di routine ricercati germi comuni e miceti. Il paziente non deve aver fatto uso di pomate o qualsiasi altro prodotto detergente dal giorno precedente.

    È consigliato che il paziente abbia sospeso eventuali terapie antibiotiche.

Gli altri servizi

  • Diagnostica per immagini

    I macchinari di ultima generazione per una diagnosi precisa, rapida, efficace. Raggi, TC, e tutti gli altri esami nei centri Lucea.

  • Visite specialistiche

    Le professionalità dei medici Lucea coprono un altissimo numero di specializzazioni, con lo scopo di offrire ai pazienti la consulenza più adatta alle loro esigenze.

  • Chirurgia

    Le sale chirurgiche per operazioni in day surgery consentono a Lucea di seguire ancora di più i propri pazienti nel percorso di cura.